PENSO A VOI GUARDANDO LE STELLE

2 aprile - la festa

Già l’idea che qualcuno ti pensi porta in sé la declinazione più concreta dell’amore. Inoltre, l’idea che ti tenga nella mente guardando a ciò che di più sconfinato e meraviglioso esiste, il cielo e le stelle, significa che quel qualcuno ha associato NOI a qualcosa di meraviglioso.

“Ho davanti a me lo splendore, la sconfinatezza, le infinite possibilità, la luce, la rotta, la direzione… E penso a voi!”

Questo è quanto successo alla Festa Nazionale dei Giovani del 2 aprile: dare forma a questa frase e viverla sulla pelle. Sentire che il gancio non ha perso il suo traino, come se fossimo in comunicazione con Don Orione, come se la festa l’avesse organizzata lui e fosse lì, a parlarci.

Appartenenza e missione. Partenza e arrivo.

Un percorso fatto di incontri e testimonianze attraverso cui conoscere la figura di Don Orione che ha permesso di avvicinarsi sempre di più a lui.
È stato quindi come tornare al centro, per poi trovare la molla ed essere rilanciati come satelliti nelle nostre realtà.
Diversi, cambiati e con chiaro in mente una missione: fare costellazione, splendendo.
Nessuno ti chiede di “splendere”, al massimo ti chiedono di fare il bravo, di essere diligente, di non combinare guai o nella migliore delle ipotesi di dare una mano. Invece domenica, ci è stato chiesto questo: splendere fino ad ardere e dare tutto per l’altro, per costruire e non distruggere.

Tante regioni, tanti dialetti ma un’unica realtà.
Insieme per lo stesso motivo!

In questo giorno si è creata una vera e propria comunità, nella quale il senso di appartenenza è emerso, insieme a idee chiare, mandati precisi e un’allegria contagiosa.

Don Orione non è solo il Santo a cui è dedicato il nostro oratorio, è colui che ha ben chiara la direzione, che usa parole calde e mani forti per indicare il cammino, capace di scuotere e aggiustare il tiro se necessario, ed è colui al quale abbiamo risposto.
Don Orione ha pensato a noi tracciando una strada, una missione in grado di dare senso vero a un progetto costruito ad hoc su di noi e tramite noi.
Questa nostra festa, insieme a tutti i talenti che hanno messo a servizio le loro competenze di altissimo livello, è stata, ancora una volta, la testimonianza che tramite l’allegria e l’entusiasmo possiamo fare del sogno una realtà, così a lungo da noi giovani, sognata.

GRAZIE

 

Lorenzo Tiengo

Nasce nel 1982, vive e lavora nella provincia di Venezia, e dal 2010 insieme ad un gruppo di amici è responsabile dell'oratorio di San Pio X di Marghera. Insegna Grafica in un centro di formazione professionale a Mestre. Le sue passioni sono i giovani, l'hockey, la grafica e sua figlia.

Related Posts

Latest Stories

Search stories by typing keyword and hit enter to begin searching.