“Andate a votare, siete voi il futuro!”

Obama ai giovani: «Andate a votare. A rischio i progressi dell’Europa»

Domenica 26 maggio tutti i maggiorenni sono chiamati ai seggi per votare rappresentanti del parlamento europeo. L’ex presidente degli stati uniti Barak Obama ha, a questo proposito, fatto un discorso rivolto a tutti i giovani, facendogli capire l’importanza del loro voto.

L’ex presidente Usa incontra 300 giovani leader provenienti da 35 Paesi: «Adesso siete voi a poter cambiare il mondo»

Barack Obama sceglie Berlino e un gruppo di 300 giovani europei per rilanciare, aggiornato, il suo “Yes, we can”. “Adesso siete voi a poter cambiare il mondo”, dice. A partire naturalmente dalla partecipazione, e li esorta quindi a votare alle prossime elezioni europee. “Non sono qui per sostenere alcun partito politico” ma a sostenere una serie di valori, ha spiegato Obama “ma voi avrete le elezioni per il Parlamento Europeo a breve. E va da sé che dovete andare a votare!”. Michelle ed io, ha aggiunto,”quando sentiamo che i giovani non vanno a votare, diciamo loro: non consentite ai vostri nonni di dirvi come vestire o che tipo di
musica ascoltare, allora perché lasciate che decidano per voi in quale mondo vivrete”.

“L’Europa nel 2019 per alcuni versi ha raggiunto l’apice del benessere. In media in Europa, al momento, ci sono le persone più in salute, più benestanti, meglio istruite. Ci sarebbe quindi da pensare che ci si possa sentire soddisfatti. Eppure sappiamo anche che ci sono forze potenti che minacciano un ritorno indietro su molte di queste cose”, ha detto Obama, menzionando tra l’altro i social network, che da opportunità nello scambio di informazioni “sembrano diventati uno strumento di disinformazione”. Punta il dito contro i “nazionalismi, in particolare provenienti dall’estrema destra. E sappiamo cosa ciò voglia dire, l’Europa lo sa meglio di tutti”.

Rilassato, a suo agio, ha calcato da solo per un’ora e mezza il palco della European School of Management, al secondo piano del vecchio edificio del consiglio di stato della RDT, nel cuore della ex Berlino Est. Qui la Obama Foundation ha invitato i 300 “giovani leader”, provenienti da 35 Paesi europei. Sono giovani impegnati nella società civile, in associazioni e organizzazioni. Sono i “community organizer” 4.0. Un mondo cambiato radicalmente dai tempi in cui il giovane Obama era attivo a South Side Chicago, l’inizio del suo percorso, eppure questi ragazzi guardano a lui come quel leader più che come l’ex presidente degli Stati Uniti.

Fonte: Avvenire – 06.04.2019

Related Posts

Latest Stories

Search stories by typing keyword and hit enter to begin searching.