La Patagonia sotto casa

Già ci siamo detti come la Provvidenza si sia dimostrata in modo particolarmente creativo lungo la vita di don Orione e di come lui sapesse rispondere con altrettanta prontezza di spirito.

Dato che siamo ancora nel mese di novembre, la scelta per questa puntata della nostra rubrica è stata quasi obbligata: l’inizio dell’attività di don Orione in quella che oggi è la parrocchia di Ognissanti. Fu Pio X stesso a inviare il sacerdote nel quartiere Appio, appena fuori le mura di San Giovanni in Laterano. Nel comunicarglielo, gli aveva detto che lo avrebbe inviato in Patagonia (alludendo al suo desiderio di partire per le terre di missione per stare tra i poveri e portare loro aiuto).

Un bello scherzo davvero… Sentite come veniva descritta la zona in quell’epoca.

Chi non ha visto il quartiere Appio a quei tempi, non può farsene un’idea. Fuori Porta San Giovanni, ai piedi delle mura, stagnavano le acque di una grande marrana, simulata da erbacce e canneti. […] Disseminato poi tutto, in capanne e tuguri, in cave di pozzolana e caverne, in ogni buco che riparasse dalle intemperie, un numero imprecisato di povera gente. Elemento predominante erano i carrettieri. Un po’ per tutto bettole, a cui affluivano gli elementi più equivoci della città, e case di malavita.

Sì, davvero un bel scherzo quello di Papa.

Non che don Orione si facesse dei problemi; anzi, quello sembrava proprio pane per i suoi denti. E di fronte a questo scenario desolante cosa fa? Bè, giudicate da voi…

Riempii i miei tasconi di soldini e caramelle, diedi di piglio ad un grosso campanello e percorsi le vie del quartiere: con una mano sbatacchiavo il campanello e con l’altra lasciavo cadere caramelle e qualche soldino. I ragazzini venivano incontro ed io continuavo imperterrito a suonare disperatamente e a gettare avanti e indietro caramelle e qualche soldino che cadeva anch’esso suonando, richiamando piccoli e grandi. Più mi avvicinavo alla chiesetta, più gente veniva dietro e faceva coda… Qualcuno sentivo che diceva: ‘Quel prete deve essere un po’ matto’

Ancora una volta la Provvidenza ci aveva visto giusto. Per una missione disperata, un prete matto.

Related Posts

Latest Stories

Search stories by typing keyword and hit enter to begin searching.