Oggi Papa Francesco conclude con una catechesi sintesi il ciclo di udienze che ha dedicato alla cura dell’uomo, della società e del mondo. Un mondo che ha bisogno di guarire non soltanto dal virus che ancora lo minaccia, ma anche da un «malessere che la pandemia ha evidenziato e accentuato», mettendo a nudo «la grande disuguaglianza che regna nel mondo: disuguaglianza di opportunità, di beni, di accesso alla sanità, alla tecnologia, all’educazione: milioni di bambini non possono andare a scuola, e così via la lista». Guarire, dunque, anche dai «grandi virus umani e socioeconomici».

La cura a questi virus non si scopre nei laboratori, ma solo tenendo costantemente lo sguardo puntato in alto, su Gesù, che – dice il Papa – «rinnova e riconcilia ogni creatura, ci regala i doni necessari per amare e guarire come Lui sapeva fare», che si prende «cura di tutti senza distinzioni di razza, lingua o nazione». È stando alla sua sequela che abbiamo percorso le vie «della dignità, della solidarietà e della sussidiarietà, vie indispensabili per promuovere la dignità umana e il bene comune», mostrateci dal Papa nel corso di queste catechesi.

Per questo, per uscire da una società malata, il Papa auspica un ritorno ad una normalità diversa da quella a cui siamo abituati: «La normalità alla quale siamo chiamati è quella del Regno di Dio, dove “i ciechi riacquistano la vista, gli zoppi camminano, i lebbrosi sono purificati, i sordi odono, i morti risuscitano, ai poveri è annunciato il Vangelo”. […] Questo è quello che dobbiamo fare, per cambiare». Una normalità in cui a essere virale è la tenerezza, «il segnale proprio della presenza di Gesù».

L’avvento di questa «nuova normalità» dipende anche da noi, e per questo siamo invitati a «lavorare con urgenza per generare buone politiche, disegnare sistemi di organizzazione sociale in cui si premi la partecipazione, la cura e la generosità, piuttosto che l’indifferenza, lo sfruttamento e gli interessi particolari», «viralizzando» l’Amore e globalizzando «la speranza alla luce della fede».

Related Posts

Latest Stories

Search stories by typing keyword and hit enter to begin searching.