Ricorre oggi il 100esimo anniversario della Dedicazione della Parrocchia di Ognissanti in Roma… ecco un pò di storia

Luigi Orione, nel 1908, ricevette da parte di papa Pio X il compito di evangelizzare la zona fuori porta San Giovanni, allora molto povera. Il sacerdote vi costruì, come centro della vita pastorale, una piccola cappella dedicata a Tutti i Santi, che poi, per il crescente numero di fedeli, verrà sostituita da un più ampio complesso parrocchiale.

La costruzione della chiesa ebbe inizio il 29 giugno 1914, quando, alla presenza del cardinale vicario Basilio Pompilj, ebbe logo la posa della prima pietra del nuovo edificio, il quale venne progettato da Tullio Passarelli e Camillo Karl Schneider. I lavori proseguirono fino alla prima guerra mondiale, quando vennero interrotti per riprendere alla fine del conflitto; la chiesa venne terminata nel 1920 e, il 31 ottobre dello stesso anno, consacrata da Giuseppe Palica, arcivescovo vicegerente. Il 29 giugno 1927, alla presenza dello stesso cardinale vicario, venne benedetto il concerto di cinque campane, collocato nel campanile.

La chiesa venne eretta a parrocchia da papa Benedetto XV con la bolla Nihil Sedi Apostolicae il 4 novembre 1919, desumendo parte del territorio della parrocchia di San Giovanni in Laterano; i nuovi confini vennero stabiliti dal cardinale vicario Francesco Marchetti Selvaggiani con il decreto Donec nova constituatur Paroecia il 16 gennaio 1934.

Negli anni successivi alla costruzione, la chiesa venne interessata da una serie di restauri; il più importante fu quello che andò dal 1985 al 1991 e che interessò l’area presbiterale: in tale occasione, vennero rimossi gli arredi installati con un rifacimento nel 1975 e ne vennero realizzati di nuovi, in stile moderno.

Il 7 marzo 1965, papa Paolo VI si recò in visita pastorale alla parrocchia e celebrò per la prima volta la messa in lingua italiana, utilizzando la prima versione postconciliare del rito romano, che prevedeva l’utilizzo della lingua volgare solo in determinati parti, riservando quella latina alle altre (tra le quali il Canone). La parrocchia ha anche ricevuto la visita di papa Giovanni Paolo II (3 marzo 1991) e di papa Francesco (7 marzo 2015, in occasione del cinquantesimo anniversario dalla celebrazione di Paolo VI). Angelo Giuseppe Roncalli, che nel 1959 sarebbe divenuto papa col nome di Giovanni XXIII, quando era ancora sacerdote, visitò la chiesa e il complesso parrocchiale privatamente il 28 marzo 1921.

Auguri a tutta la comunità religiosa,
alla comunità parrocchiale, a tutti i giovani e a tutto il quartiere!!!

Related Posts

Latest Stories

Search stories by typing keyword and hit enter to begin searching.