All posts by

Roberto Luciano

Il tempo delle vacanze sta quasi giungendo al termine e bisogna “ritornare nel mondo”, ma piano piano… senza troppa fretta e godendoci questo ultimo periodo di riposo e di mare (o montagna se preferite”). Ma cos’è successo di bello quest’estate nella nostra grande famiglia? Partiamo dall’Africa, dove quattro giovani orionini, hanno scelto di dire SI per sempre al Signore, attraverso l’Ordinazione Sacerdotale. Partiamo dall’Africa, dove quattro giovani orionini, hanno scelto di dire SI per sempre al Signore, attraverso l’Ordinazione Sacerdotale. Gioiamo insieme a Padre Oueremi Augustin Padre Sanbena Cyprien, Padre

A Salerno tre fratelli sacerdoti. Sono stati ordinati insieme Tre fratelli, di cui due gemelli, a fine giugno sono stati ordinati sacerdoti, nel Duomo di Salerno, dall’arcivescovo Luigi Moretti. La storia dei fratelli De Angelis è stata raccontata nel corso della trasmissione “A sua Immagine” in onda su Rai Uno. Si tratta di Carmine, Ferdinando e Roberto De Angelis. I primi due, gemelli, hanno trent’anni. Roberto ne ha trentacinque. Tutti e tre hanno origini di Bracigliano così come altri tre dei seminaristi prossimi all’ordinazione. Quindi un record anche per il Comune di Bracigliano che

Cristo vive. Egli è la nostra speranza e la più bella giovinezza di questo mondo. Tutto ciò che Lui tocca diventa giovane, diventa nuovo, si riempie di vita. Perciò, le prime parole che voglio rivolgere a ciascun giovane cristiano sono: Lui vive e ti vuole vivo! Lui è in te, Lui è con te e non se ne va mai. Per quanto tu ti possa allontanare, accanto a te c’è il Risorto, che ti chiama e ti aspetta per ricominciare. È questo l’esordio della lunga lettera (che tecnicamente si chiama “esortazione

La vocazione ci riguarda tutti. Non è una parola estranea al quotidiano, anzi è la più quotidiana possibile. Ieri ne parlavamo in famiglia, mettendo a tema l’insoddisfazione che ci coglie a fine giornata e l’ipotesi triste di sentirsi automi che vanno avanti per inerzia. Siamo chiamati, invece. Qualunque sia il contesto, qualunque sia il ruolo, qualunque la provenienza, siamo chiamati a essere una presenza di costruzione nel mondo. Raccontare storie di vocazioni che hanno un timbro più acceso nei colori, che sono come brusche svolte nella linea della vita, ha

Oggi intervistiamo don Michele Gianola, direttore dell’Ufficio Vocazioni della CEI. Ecco cosa ha voluto condividere con noi. Chi è don Michele Gianola? Sono un prete della diocesi di Como, dal 2001. Ho sempre lavorato con le vocazioni e i giovani, prima educatore in seminario, poi studente a Roma presso la PUG, poi nella pastorale vocazionale diocesana.  Cosa vuol dire vocazione? In maniera provocatoria dico spesso che ‘vocazione è fare quello che si vuole’ (non quello che ‘ci pare’, intendiamoci!) perché la vita ci è data per essere spesa a servizio

Quali sono stati i principali eventi che hanno riguardato i giovani in questo ultimo periodo?Dopo aver vissuto, nell’ottobre scorso, l’esperienza vivace e feconda del Sinodo dedicato ai giovani, abbiamo da poco celebrato a Panamá la 34ª Giornata Mondiale della Gioventù. Due grandi appuntamenti, che hanno permesso alla Chiesa di porgere l’orecchio alla voce dello Spirito e anche alla vita dei giovani, ai loro interrogativi, alle stanchezze che li appesantiscono e alle speranze che li abitano. Parlando di vocazione, spesso si cita il passo del Vangelo in cui Gesù chiama i

Se domenica scorsa avete seguito la diretta Facebook sulla nostra pagina, avrete visto che un giovane di 26 anni ha scelto di dire un sì per tutta la vita. Oggi lo abbiamo intervistato per capire qualcosa di questa scelta! Chi sei? Presentati….Sono Neculai Marius Tiba, sono un giovane religioso di don Orione, da poco professo perpetuo, che ha fatto la prima professione nel 2014 a Tortona. Vengo dalla Romania, da una località interamente di cattolici praticanti, vicino Iasi e lì è cresciuta la mia vocazione. Hai parlato di prima professione

Eccoci a Marzo… tempo di primavera… tempo di sole… tempo di pulizie… e tempo di iniziare a programmare l’estate. Ecco allora aiuti per te! Per iniziare a fare un pò di pulizie nel tuo animo e cogliere ciò che è veramente importante nella vita!Non lasciarti scappare qualcuna di queste occasioni! Il primo per iniziare ad affrontare bene la primavera! E poi altre tre possibilità per vivere un’estate alla grande!

Mi chiamo Michael Canzian, ho 23 anni e sono nato nell’affascinante città di Pordenone, Friuli-Venezia-Giulia. Mi sono diplomato come perito elettrotecnico in un tecnico industriale. Oggi voglio raccontarti, come Dio nostro Signore mi ha chiamato da sistemare cavi elettrici, a una missione molto più grande: portare le persone al cielo! Io, per dir la verità, non sono sempre stato praticante ma Gesù ha pazienza e sa il momento giusto per “prenderti in castagna”. Con me questo è successo quando avevo 14 anni, i miei genitori si erano appena avvicinati alla

Papa Francesco ai consacrati nell’anno dedicato a loro ha detto: “Mi rivolgo soprattutto a voi giovani. Siete il presente perché già vivete attivamente in seno ai vostri Istituti, offrendo un contributo determinante con la freschezza e la generosità della vostra scelta. Nello stesso tempo ne siete il futuro perché presto sarete chiamati a prendere nelle vostre mani la guida dell’animazione, della formazione, del servizio, della missione. Questo Anno vi vedrà protagonisti nel dialogo con la generazione che è davanti a voi. In fraterna comunione potrete arricchirvi della sua esperienza e

1 2 3 4 Page 3 of 4

Latest Stories

Il mondo che verrà

In ascolto del Papa

Ascoltare il silenzio

Un anno dopo

Una guerriera d’altri tempi

India, una minuscola missione per una grande carità

ARRIVI in PARTENZA: IL SUSSIDIO 20-21

Search stories by typing keyword and hit enter to begin searching.