Posts in Category

NEWS

Para siempre! Santa Teresa d’Avila, donna coraggiosa e ardente Teresa di Gesù, più conosciuta come Teresa d’Avila, è una donna che ha dimostrato di forare i secoli. Nasce nel siglo de oro della Spagna, in una cittadina che, ancora oggi, richiama i turisti per la sua splendida cinta di 80 torri ancora conservate, l’unica in tutta Europa. La casa di donna Teresa de Ahumada y Cepeda era collocata proprio vicinissima ad una delle porte di Avila e guardava ai torrioni. È ben noto come l’immaginario, psichico e religioso, di ogni

di Federico Piana All’inizio dell’Ottobre missionario 2020, il racconto di una delle più piccole comunità cattoliche del mondo testimone di amore, carità e solidarietà in una terra dove i cristiani sono minoranza. Don Arul Dhas: “Ci prendiamo cura senza limiti perché la Chiesa ama tutti”. Nel Karnataka, Stato a sud-ovest dell’India, c’è un villaggio nel quale vive una delle più piccole comunità cattoliche del mondo, composta da appena nove famiglie. A prendersi cura di loro è don Arul Dhas, missionario indiano della Congregazione della Piccola Opera della Divina Provvidenza, meglio conosciuta

– Sono arrivati! E sono anche già in partenza….! – Ma scusa, di cosa stai parlando? – Ma del nuovo sussidio “Un cuore grande come una casa!” Eh già, le copie fresche di stampa del nuovo sussidio sono state oggi consegnate e attendono solo di essere spedite, consegnate, lanciate a tutti coloro che le chiederanno.  Vediamo però insieme più nel dettaglio di cosa stiamo parlando: Tema: oratorio come casa Il desiderio è quello di sviluppare nei giovani un senso di appartenenza alla loro comunità locale e alla congregazione orionina e

Puoi accompagnare la lettura con un sottofondo adatto Sarà che studiare filosofia fa scoppiare il cervello ti permette di avere una visuale più ampia della realtà, o sarà che sto semplicemente invecchiando, ma confesso che da qualche tempo sto iniziando a guardare con speranza verso le nuove generazioni e al mondo di cui mi pare di intravedere l’alba. Ora vi prego, non pretendetemi subito per pazzo, lasciatemi spiegare. So che, ultimamente, guardare al futuro con speranza sia un po’ fuori moda; siamo attorniati da voci che continuamente cercano di ribadire

Oggi Papa Francesco conclude con una catechesi sintesi il ciclo di udienze che ha dedicato alla cura dell’uomo, della società e del mondo. Un mondo che ha bisogno di guarire non soltanto dal virus che ancora lo minaccia, ma anche da un «malessere che la pandemia ha evidenziato e accentuato», mettendo a nudo «la grande disuguaglianza che regna nel mondo: disuguaglianza di opportunità, di beni, di accesso alla sanità, alla tecnologia, all’educazione: milioni di bambini non possono andare a scuola, e così via la lista». Guarire, dunque, anche dai «grandi

La fine degli Esercizi spirituali è sempre un momento delicato. Dopo cinque giorni di raccoglimento e preghiera c’è sempre un misto di sensazioni strane; desiderio di ripartire belli carichi nella vita di tutti i giorni e un po’ di nostalgia per quei momenti di silenzio e meditazione che sembrano essere volati. Sant’Ignazio non poteva scegliere un nome più adatto di questo: Esercizi spirituali. Si tratta davvero di una sessione di workout intensivo per lo spirito. E come tutti gli allenamenti intensivi, richiede una certa dose di fatica. La fatica del

Un’udienza «sociale» quella tenuta da Papa Francesco questa mattina, che partendo dalla crisi in corso ha voluto rivolgere un appello a tutti i membri della società: «Per uscire migliori da una crisi come quella attuale, che è una crisi sanitaria e al tempo stesso una crisi sociale, politica ed economica, ognuno di noi è chiamato ad assumersi la sua parte di responsabilità cioè condividere le responsabilità». Ognuno di noi, nessuno escluso. Tutto questo sta alla base del principio di sussidiarietà, vero cuore dell’udienza, un principio sociale che mette in comunicazione

LA FAMIGLIA CARISMATICA ORIONINA FESTEGGIA CON IL PAPA LA NUOVA ENCICLICA L’Enciclica, che verrà firmata dal Pontefice il 3 ottobre nella città del Poverello di Assisi, trae spunto, per il titolo, dagli scritti di San Francesco: “Guardiamo, fratelli tutti, il buon pastore che per salvare le sue pecore sostenne la passione della Croce” e riflette in questo modo un valore centrale del Magistero di Papa Francesco, che possiamo definire anche “orionino”, perché proprio San Luigi Orione scriveva: “Il nostro cuore dev’essere un altare dove continuamente e inestinguibile arda e splenda

366 giorni circa 500 Messe un Matrimonio Qualche Battesimo e qualche Funerale Non ho tenuto il conto di quante volte ho amministrato il Sacramento della Riconciliazione… anche se ho ancora nel cuore la prima la prima assoluzione donata! No… non è la lista della spesa… sono gli innumerevoli motivi che oggi mi spingono a dire GRAZIE al Signore per il grande dono che mi ha fatto! Quando ho iniziato il mio cammino in seminario non dicevo mai di essere entrato “per diventare prete” e ci credevo veramente! Ero entrato per

Scioglimento dei ghiacciai, eventi meteorologici estremi, biodiversità a rischio, inquinamento…ci manca l’invasione aliena e potrebbe benissimo essere un film di Steven Spielberg. Purtroppo no, è la nostra Terra. Ormai da qualche tempo la crisi ecologica è stata portata all’attenzione dei mass media, e anche la Chiesa sembra averne da qualche tempo un occhio in più di riguardo avvertendo la necessità di una profonda riflessione sulla cura del creato, a tal punto che ogni anno, dal 1° settembre, che è la Giornata mondiale di preghiera per la cura del creato, al

1 2 3 18 Page 1 of 18

Latest Stories

Il mondo che verrà

In ascolto del Papa

Ascoltare il silenzio

Un anno dopo

Una guerriera d’altri tempi

India, una minuscola missione per una grande carità

ARRIVI in PARTENZA: IL SUSSIDIO 20-21

Search stories by typing keyword and hit enter to begin searching.