Posts in Category

APPROFONDIMENTI – per chi non si accontenta

Questa è l’ultima volta che ti perdono… Di solito, queste parole causano in colui a cui sono rivolte uno strano mix di emozioni, o almeno così capita a me: si parte da un’iniziale sospiro di sollievo, consapevoli di averla scampata bella, quasi subito si instaura un certo senso di gratitudine verso chi ci da questa magnanima concessione, per poi passare al timore di perdere il vantaggio acquisito. Timore che, puntualmente, dura una manciata di giorni, nel migliore dei casi. Poi, salvo rari casi, si ritorna agli stessi comportamenti di prima

Dio ha messo nel mondo abbastanza luce per chi vuole credere, ma ha anche lasciato abbastanza ombre per chi non vuole credere – Blaise Pascal Sarà la primavera che inizia, sarà la stanchezza accumulata nei mesi passati o forse solo il caso che si diverte a farmi uno scherzo, ma per me, questo periodo dell’anno, fin dai tempi del Liceo, è sempre caratterizzato da un generale senso di stanchezza e di poca voglia di mettermi in moto, sia fisicamente che mentalmente. E anche la mia spiritualità ne risente: si appesantisce,

La fotografia rappresenta il Monte della Quarantena (Deserto della Giudea), dove, secondo la tradizione, Gesù passò i 40 giorni di digiuno. [Wikipedia in italiano] Ogni anno, la quaresima si apre con il racconto di Gesù che si ritira nel deserto per quaranta giorni di digiuno e di battaglia contro le tentazioni di Satana. Forse noi uomini e donne del terzo millennio fatichiamo a comprenderlo, ma per un antico, specie se giudeo, questi versetti del Vangelo dovevano sembrare epici come i racconto dei grandi eroi mitici del passato. Gesù parte, spinto

Il processo di uscita dall’Unione Europea da parte della Gran Bretagna è lungo e pieno di ostacoli. Come si evolveranno le cose arrivati a questo punto? La Brexit di Theresa May sprofonda nel caos, bocciata di nuovo dalla Camera dei Comuni britannica nonostante le intese dell’ultima ora con l’Ue sulle garanzie – «legalmente vincolanti» negli annunci, molto meno nei fatti – sullo spinoso nodo del confine irlandese. Ma cosa accade ora? Il 29 marzo scade il termine per la permanenza del Regno Unito nella Ue. Le ipotesi in campo sono

E anche questa volta ci siamo, è iniziato quel periodo dell’anno in cui la natura si risveglia e il mondo si prepara per accogliere la luce e la gioia della bella stagione ormai vicina. È tempo di pulizia e preparazione dei terreni, di semina e di attesa fiduciosa del rinnovamento della vita. È tempo di duro lavoro e di fatiche che gettino le basi per il tempo del raccolto. In una parola, è tempo di Quaresima. Eh già, chi avrebbe mai detto che questo tempo dell’anno liturgico potesse assumere tratti

Non so se la Madonna, apparendo a Lourdes, avesse messo in conto che quell’evento, a distanza di più di un secolo, sarebbe stato legato alla Giornata mondiale del malato. Di certo, non sembra una prospettiva molto allegra. Non so, qualcosa come la Giornata mondiale delle guarigioni miracolose o dell’acqua prodigiosa farebbe tutto un altro effetto. Caro Giovanni Paolo II, come ti è venuto in mente di unire un’apparizione mariana con un tema così triste e difficile da digerire come quello della malattia? E poi, era proprio il caso di istituire

Dal Vangelo secondo Luca In quei giorni Maria si alzò e andò in fretta verso la regione montuosa, in una città di Giuda. Entrata nella casa di Zaccaria, salutò Elisabetta. Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino sussultò nel suo grembo. Elisabetta fu colmata di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che cosa devo che la madre del mio Signore venga da me? Ecco, appena il tuo saluto è giunto ai miei orecchi,

Dal Vangelo secondo LucaIn quel tempo, le folle interrogavano Giovanni, dicendo: «Che cosa dobbiamo fare?».Rispondeva loro: «Chi ha due tuniche, ne dia a chi non ne ha, e chi ha da mangiare, faccia altrettanto». Vennero anche dei pubblicani a farsi battezzare e gli chiesero: «Maestro, che cosa dobbiamo fare?». Ed egli disse loro: «Non esigete nulla di più di quanto vi è stato fissato». Lo interrogavano anche alcuni soldati: «E noi, che cosa dobbiamo fare?». Rispose loro: «Non maltrattate e non estorcete niente a nessuno; accontentatevi delle vostre paghe». Poiché

Ma cosa aspettiamo in Avvento? Le città si riempiono di luci, le vetrine mettono in mostra decorazioni di ogni tipo, alberi addobbati, magari qualche presepe. In certi casi, si possono anche vedere le vie della città imbiancate dalla neve… È ufficiale, l’Avvento è iniziato. Parola strana ma che fa parte del bagaglio culturale di tutti noi. Ce lo ripetono da quando abbiamo iniziato catechismo: l’Avvento è quel momento dell’anno in cui la Chiesa aspetta l’arrivo di Gesù, cioè il Natale. Semplice no? Ehm… ni. Adesso non venire a raccontare storie,

Dal Vangelo secondo LucaNell’anno quindicesimo dell’impero di Tiberio Cesare, mentre Ponzio Pilato era governatore della Giudea, Erode tetrarca della Galilea, e Filippo, suo fratello, tetrarca dell’Iturea e della Traconitide, e Lisania tetrarca dell’Abilene, sotto i sommi sacerdoti Anna e Caifa, la parola di Dio venne su Giovanni, figlio di Zaccaria, nel deserto. Egli percorse tutta la regione del Giordano, predicando un battesimo di conversione per il perdono dei peccati, com’è scritto nel libro degli oracoli del profeta Isaia:«Voce di uno che grida nel deserto:Preparate la via del Signore,raddrizzate i suoi

1 2 3 4 Page 3 of 4

Latest Stories

Search stories by typing keyword and hit enter to begin searching.