Posts in Tag

2016

Ehi, io sono pronta e tu? Sto per uscire di casa. Fammi fare un’ultima controllata generale e poi possiamo andare. Mi sembra ci sia proprio tutto… Lo ZAINO è fatto, è chiuso. Dentro penso di averci messo tutto – e forse addirittura troppo – ma poco importa: il peso sulle spalle mi ricorderà chi sono e da dove vengo, l’attrito degli spallacci la mia fragilità, la cinta lombare, invece, la certezza che non sono sola nel cammino e che c’è qualcuno disposto a condividere con me la fatica. Sì, lo

GREST. ESTATE RAGAZZI. OREST. Chiamateli come volete, siglateli a vostro piacimento, ma l’esperienza che ormai molti oratorio hanno iniziato è un’occasione fra le più belle e profonde che un educatore può vivere. Lo dico da prete ma anche da educatore che si accorge di arrivare stanco morto la sera ma fortemente ricaricato e pieno di vita. Riflettevo sul fatto che l’esperienza dell’oratorio estivo permette davvero uno sguardo a 360 gradi sull’educazione. Un’educazione che ha diverse caratteristiche: SOCIALE: i genitori di fatto hanno necessità che i loro figli vengano “accuditi” da qualcuno

10 aneddoti rimasti nella storia delle Giornate Mondiale della Gioventù (Gmg). Le abbiamo raccolte leggendo il libro del giornalista Mimmo Muolo “Generazione GMG” (Ancora editrice). Da Giovanni Paolo II a Francesco, le Giornate rappresentano i più grandi raduni al mondo di giovani promossi dalla Chiesa cattolica. Quest’anno l’evento è in programma a Cracovia, in Polonia. Ecco di seguito la “top ten” delle Gmg: 1) L’AVENIDA DEI GIOVANI A Buenos Aires nel 1987 la prima edizione della Giornata Mondiale della Gioventù con almeno due milioni di partecipanti. Un fiume di giovani da

Latest Stories

San Lorenzo

Erode

Giuda e i suoi fratelli

Anania e Saffira

TOgetHER(e)

TOGETHER(e)

Search stories by typing keyword and hit enter to begin searching.