Posts in Tag

mgo

La vocazione ci riguarda tutti. Non è una parola estranea al quotidiano, anzi è la più quotidiana possibile. Ieri ne parlavamo in famiglia, mettendo a tema l’insoddisfazione che ci coglie a fine giornata e l’ipotesi triste di sentirsi automi che vanno avanti per inerzia. Siamo chiamati, invece. Qualunque sia il contesto, qualunque sia il ruolo, qualunque la provenienza, siamo chiamati a essere una presenza di costruzione nel mondo. Raccontare storie di vocazioni che hanno un timbro più acceso nei colori, che sono come brusche svolte nella linea della vita, ha

Oggi intervistiamo don Michele Gianola, direttore dell’Ufficio Vocazioni della CEI. Ecco cosa ha voluto condividere con noi. Chi è don Michele Gianola? Sono un prete della diocesi di Como, dal 2001. Ho sempre lavorato con le vocazioni e i giovani, prima educatore in seminario, poi studente a Roma presso la PUG, poi nella pastorale vocazionale diocesana.  Cosa vuol dire vocazione? In maniera provocatoria dico spesso che ‘vocazione è fare quello che si vuole’ (non quello che ‘ci pare’, intendiamoci!) perché la vita ci è data per essere spesa a servizio

Quali sono stati i principali eventi che hanno riguardato i giovani in questo ultimo periodo?Dopo aver vissuto, nell’ottobre scorso, l’esperienza vivace e feconda del Sinodo dedicato ai giovani, abbiamo da poco celebrato a Panamá la 34ª Giornata Mondiale della Gioventù. Due grandi appuntamenti, che hanno permesso alla Chiesa di porgere l’orecchio alla voce dello Spirito e anche alla vita dei giovani, ai loro interrogativi, alle stanchezze che li appesantiscono e alle speranze che li abitano. Parlando di vocazione, spesso si cita il passo del Vangelo in cui Gesù chiama i

Papa Francesco ai consacrati nell’anno dedicato a loro ha detto: “Mi rivolgo soprattutto a voi giovani. Siete il presente perché già vivete attivamente in seno ai vostri Istituti, offrendo un contributo determinante con la freschezza e la generosità della vostra scelta. Nello stesso tempo ne siete il futuro perché presto sarete chiamati a prendere nelle vostre mani la guida dell’animazione, della formazione, del servizio, della missione. Questo Anno vi vedrà protagonisti nel dialogo con la generazione che è davanti a voi. In fraterna comunione potrete arricchirvi della sua esperienza e

Oggi ci viene raccontata la storia di un sacerdote argentino che ha scoperto nell’incontro con Qualcuno la strada per la felicità. Nel 1953 aveva quasi 17 anni e la sua fede si era un po’ appannata. Il 21 settembre, tradizionale giorno della Festa dello studente e memoria liturgica di san Matteo, aveva deciso di fare un salto in chiesa, dove incontrò padre Duarte, un sacerdote che non aveva mai visto prima, ma che gli trasmise la sensazione di una grande spiritualità. Si confessò da lui, e in quei momenti percepì

Sarà sicuramente capitato a tutti di vedere, poco prima dell’inizio della Messa, il sacrestano o il sacerdote andare in giro per la Chiesa cercando qualcuno disposto a leggere le varie letture. In pochi sanno, però, che esiste un ministro che ha proprio questo compito!Proviamo a capirci qualcosa perchè sembra strano “inventarsi” un ministero solo per poter leggere durante la Messa!!!! Facciamoci aiutare dal rito: Figli carissimi, Dio nostro Padre ha rivelato il mistero della nostra salvezza e lo ha portato a compimento per mezzo del suo Figlio Gesù Cristo fatto

Papa Francesco, nella Esortazione Apostolica Gaudete et exultate, ci svela che ogni uomo ha ricevuto una grande e unica vocazione che poi si concretizza in tanti modi: «la chiamata alla santità che il Signore fa a ciascuno di noi, quella chiamata che rivolge anche a te: “Siate santi, perché io sono santo”» (n.10) Fa freddo quest’anno, eppure non ci si ferma, neanche per poter osservare e far osservare Roma e le sue tante chiese ai ragazzi che come ogni anno sono venuti all’incontro del Tra Noi giovani, a Roma dal

Avvento 2018: notizie flash del tour di animazione vocazionale svolto in Veneto e nelle Marche. a cura di don Luca Ingrascì L’Avvento è sempre un “tempo forte” non solo in senso liturgico, perché è un tempo che può essere vissuto e attraversato da “momenti” ed “esperienze forti” che possono dare più senso alla preparazione del Natale. E, perché no? Anche per fare a se stessi qualche domanda in più su come poter spendere in modo ottimale la propria giovinezza. L’attesa del Dio-Bambino che nasce a Betlemme, infatti, non può essere

La Congregazione è in festa per il dono di tre nuovi diaconi: Roberto dall’Italia e Pedro dal Brasile (ordinati ieri) e Flaviu dalla Romania (ordinato il 1 dicembre). Oggi vi offriamo questo bel testo su cui meditare! Voglio fare una scommessa con te! La gratuità è parola bella, di cui possiamo anche riempirci la bocca… ma è lontanissima dai nostri modi di fare quotidiani. Quando faccio qualcosa, ho diritto alla ricompensa o almeno la devo cercare e aspettare, perché queste sono le regole normali del mercato della nostra vita. […]

Oggi intervistiamo don Gabriel Ciubotariu, ordinato Sacerdote il 3 giugno 2018 e proveniente dalla Romania. Quando sei entrato in seminario: 13 anni fa, nel 2005   Perché hai scelto di entrare in seminario? Inizialmente solo per capire se ero stato chiamato a diventare sacerdote oppure no. Spesso ho pensato di lasciare tutto e andare via ma piano piano, grazie all’esempio di tanti sacerdoti orionini che mi hanno aiutato a superare le difficoltà adolescenziali, ho scelto di rimanere.   Cosa è cambiato il 3 giugno? Non è cambiato nulla ed è

1 2 3 Page 2 of 3

Latest Stories

Ascoltare il silenzio

Un anno dopo

In ascolto del Papa

“Fratelli tutti!”, siete pronti a fare festa?!

Il Giubileo per la Terra

In ascolto del Papa

Search stories by typing keyword and hit enter to begin searching.